Luciano Proietti il pediatra vegetariano spiega gli interessi del sistema medico


Sicuramente siamo in un momento storico anomalo rispetto al nostro passato, in cui le informazioni sono enormi ma contemporaneamente chi gestisce la formazione dei medici e la gestione della ricerca scientifica ha dei grossi conflitti di interesse.

Un signore qualche secolo fa, che si chiamava Voltaire, scriveva:
I medici sono persone che prescrivono medicine, delle quali sanno poco…”
come peraltro ancora oggi.
Se ci son dei medici, purtroppo non sappiamo molto dei farmici, solo oggi vedevo una mail sui danni che può fare il Paracetamolo, la Tachipirina, che usiamo tutti in quantità enormi nei bambini, dei danni enormi, eppure la usiamo come acqua fresca, 38° di febbre e subito inizio la Tachipirina.
“…delle quali sanno poco per malattie delle quali sanno ancora meno che colpiscono individui dei quali non sanno nulla.”

Mi sembra di un’estrema qualità.
Ci sembra che ci siano delle situazioni ovvie, delle evidenze, “evidenze” nel vocabolario italiano vuol dire una cosa chiara: “il sole scalda, l’acqua bagna” è un’evidenza.

Mentre adesso in medicina c’è l’ “evidence based medicine”, se ci son dei medici sanno benissimo che cos’è, che è la medicina basata sulle evidenze, viene tradotto in italiano e non è corretto perchè la traduzione del termine inglese “evidence” non è “evidenza” ma “prova”.

Quindi dire che una medicina è basata sull’evidenza è sbagliato perchè se io bevo il latte e mi fa male, l’evidenza mia è che mi fa male, poi bisogna provare che succede anche agli altri.

Quindi la medicina oggi deve dimostrare che quello che fa serve o meno, e soprattutto l’uso dei farmaci.
La medicina attuale viene insegnata con lo scopo di usare farmaci, non con lo scopo di prevenire la malattia.
L’organizzazione medico occidentale sanitaria culturale non è quella di non farci ammalare, ma quella di farci ammalare il più presto possibile e farci vivere a lungo malati, in modo da usare farmaci tutta la vita; a cominciare da prima della gravidanza.

Questo perchè chi gestisce la Sanità sono le industrie farmaceutiche, a livello mondiale.
Questo percorso è iniziato più o meno a metà del secolo scorso.
Che poi la medicina abbia avuto delle scoperte straordinarie e faccia dei miracoli in situazioni particolari come nelle urgenze, nella traumatologia, nella chirurgia, nella rianimazione, … ma tutto in funzione di cura non di prevenzione.

Non si lavora per fare in modo di non farci ammalare.
Infatti la medicina ha ottenuto dei risultati straordinari ma noi siamo sempre più malati.
Stanno aumentando in un modo drammatico tutte le patologie croniche, dal diabete diabete anche nel bambino, io sono un pediatra quindi vedo l’enorme aumento di patologie gravi, di epidemie, di una in particolare che sta preoccupando ma se ne parla pochissimo, che è l’autismo.
Negli anni ottanta i casi di autismo in Occidente erano uno su 2000/3000 bambini, adesso siamo 1 su 60/70 bambini.
A breve si arriverà che 1 bambino su 2 avrà l’autismo.
E’ una cosa pazzesca, e non è sufficiente giustificarlo con la genetica, è sicuramente l’ambiente, l’inquinamento, l’alimentazione, come viene fatta nei primi anni di vita, ma ancora la mamma in gravidanza.

Al giorno d’oggi abbiamo delle opportunità straordinarie di conoscenza, di informazione, attraverso internet, attraverso ricerche, tutti quanti possiamo avere accesso a queste informazioni, ma è difficile poi capire il messaggio.

A noi medici viene insegnato nei primi 2/3 anni di vita la fisiologia e l’anatomia, cioè come funzioniamo poi negli altri 3 anni e tutti gli anni successivi ci dicono solo come curar le malattie, non come funziona il nostro organismo, non perchè ci viene, non dico il diabete, ma anche una cosa banale, la tonsillite, l’otite.

Perchè a un bambino viene la tonsillite?
Perchè viene la scarlattina?
Eh beh lo streptococco no, il germe, il virus.
Ma perchè gli viene ogni tanto e non gli viene sempre?
Perchè lo streptococco ce l’abbiamo sempre in gola, basta che ci facciamo un tampone.
Perchè allora certe volte sta lì e certe volte ci fa ammalare?
Oppure perchè diventiamo stitici?
Perchè ci viene il tumore?

La medicina attuale, non solo la medicina ma in generale la società attuale non si chiede il “perchè”.
Perchè se si chiede il “perchè” va in crisi e le risposte che dà vanno contro il sistema.
Poi c’è un altro fattore che è un fattore culturale storico che è il potere, al potere non piace che la gente pensi, quindi noi cresciamo con un’educazione che ci impedisce di pensare con la nostra testa.

La medicina va avanti a base di protocolli.
Il protocollo è la morte della medicina.
Il medico è diventato un impiegato: adesso col Ministero può prescrivere solo alcuni esami non altri.
Che funzione ha il medico? Di prescrittore.

Questo serve anche per tutelare il medico: perchè se il medico non prescrive un’esame che permette una diagnosi di malattia che compare poi successivamente, il paziente può anche denunciare il medico perchè dice “non mi hai fatto fare questo esame che mi permetteva di chiarire la mia malattia e quindi curarmi”.
Il medico adesso può dire si non te l’ho prescritto perchè il Ministero mi impedisce di prescriverlo.

Siamo alla follia.
Il medico non fa più il medico, è un impiegato: deve seguire protocolli, regole, non deve ragionare, non deve pensare, perchè se pensa scardina il sistema.
Quindi la Rivoluzione la fate voi, no noi medici, è dal basso che parte.

Io mi occupo di alimentazioni alternative da più di 40 anni, e sono stati i genitori che mi hanno insegnato tante cose che non c’erano sul libro, che non mi avevano insegnato e che non c’era da nessuna parte.
I genitori che per loro decisione cominciano, han deciso di non fare quello che facevano tutti o che il medico diceva di fare.
In questo modo hanno avuto dei risultati: il bambino che non stava bene, non so, gli hanno dato magari delle medicine ma gli hanno cambiato l’alimentazione, hanno visto che il bambino stava bene.
Il messaggio che dovete portarvi a casa è quello di informarvi, conoscere, leggere ma soprattutto di chiedervi il perchè delle cose, di imparare a ragionare.

Uno dei fondatori delle medicina moderna, sir William Osler, dell’ottocento, metà dell’ottocento, canadese, una delle tante cose interessanti che ha detto:
“Il primo dovere del medico è quello di educare la gente a non prendere le medicine.”
E’ proprio il contrario di quello che ci stanno dicendo adesso.

fonti:

https://centrostudiigienismo.wordpress.com/2018/03/23/luciano-proietti-il-pediatra-vegetariano-spiega-gli-interessi-del-sistema-medico/

Annunci

2 pensieri riguardo “Luciano Proietti il pediatra vegetariano spiega gli interessi del sistema medico”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...